C’è qualcosa che non va!

 

Ansia, ansia, ansia, mi sento intrappolato, ho paura, non riesco più a dormire, fatico a concentrarmi, temo i luoghi chiusi, non riesco a sostenere una riunione, insomma, mi sento perennemente in uno stato di allarme.

Ti ritrovi in una di queste descrizioni? Se la risposta è si ti invito a prendere un foglio bianco e a fare una croce in modo da ottenere quattro riquadri. Fatto? Ottimo. Adesso cominciando dal riquadro più in alto a sinistra e andando in senso orario, comincia a scrivere AREA FAMILIARE, AREA SOCIALE, AREA SENTIMENTALE e AREA LAVORO/SCUOLA.

GUARDALE.

Di pancia quale pensi sia l’area in cui stai faticando di più? Trovata? Ok. Adesso scrivici dentro le cose che non vanno. La stessa cosa dovrai fare per le altre aree della tua vita. In poco tempo ti ritroverai a leggere i punti sostanziali che in questo momento ti mettono in una condizione di affaticamento.

Bravissimo/a!!!

In questo momento potresti realizzare  che in una o più aree tu ti senta bloccato. Già, l’ansia è spesso il risultato della nostra incapacità di trovare una soluzione, come se vivessimo perennemente davanti ad un grande, enorme e immenso punto interrogativo. E allora succede che il nostro sistema va in allarme perchè non individua una via di fuga. Nulla sembra possibile.

Ti svelo un segreto. La soluzione è più vicina di quanto tu possa pensare. Certo, è probabile che comporti l’assunzione del rischio di fare qualcosa di diverso rispetto a quello che hai sempre fatto. Un pò come sedersi su un’altra sedia, guardandoti da una nuova prospettiva.

VUOL DIRE CHE STAI ATTIVANDO NUOVE RISORSE.

Parti da lì e se hai bisogno di aiuto inviami un messaggio. Sarò contenta di aiutarti!

 

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *